Quali sono i programmi dei massaggiatori cervicali; info e approfondimento

La cervicale non è altro che  il dolore della zona cervicale, ed è un dolore che si trova sulla parte posteriore del collo. Spesso questo tipo di dolore coinvolge tutti o alcuni dei muscoli e delle vertebre cervicali ed è causato nella maggior parte delle volte dall’assunzione di alcune posizioni scorrette. Spesso però possono derivare anche da altre cause più o meno gravi, come ad esempio degli stati di ansia, da un eccessivo stress oppure anche da alcuni traumi da incidenti  da ernie al disco.

Spesso, nei casi in cui il dolore della cervicale diventa molto intenso, allora può arrivare ad estendersi anche a tutta la testa ed in alcuni casi persino fino alle spalle ed alle braccia. A volte, però, può interessare anche la zona della schiena e maggiormente anche dell’area lombare. La zona interessata spesso può variare anche da una persona all’altra, a seconda del proprio corpo. I rimedi per risolvere questi problemi spesso causati da posizioni scorrette o da contratture dei propri muscoli, possono essere di vario genere.

Massaggiatori cervicali: cosa c’è da sapere

Spesso, i rimedi per curare i dolori cervicali causati dall’assunzione di alcune posizioni scorrette o da strappi muscolari di varia natura, hanno a che vedere con delle terapie. Queste spesso comprendono l’esecuzione di alcuni esercizi per la postura e di alcuni appositi massaggi. Una valida alternativa all’uso di alcuni trattamenti terapeutici può essere quella di adoperare un massaggiatore cervicale. Si tratta quindi di un particolare strumento che riproduce le stesse sensazioni e azioni dei massaggiatori terapeutici manuali.

Il loro utilizzo permette infatti di stimolare la circolazione del sangue nel proprio corpo e di rilassare i nostri muscoli tesi e contratti. Oggi sul mercato ci sono disponibili in vendita davvero tante tipologie diverse di massaggiatori di questo genere. Tutti questi modelli hanno la stessa funzione di base, ma spesso hanno anche delle caratteristiche diverse a seconda dei singoli modelli.

Tipologie

Tra i diversi modelli di massaggiatori di questo tipo troviamo ad esempio quelli a cuscino, così chiamati per la loro tipica forma a cuscino, e quelli con delle maniche. Quelli a cuscino possono essere adoperati ad esempio su dei materassi o sugli schienali delle poltrone. Il loro utilizzo è consono sia per la zona cervicale che anche per altre parti e zone del corpo. che hanno bisogno di un trattamento terapeutico di buona qualità.

I massaggiatori con delle maniche sono quelli formati da un cuscino curvo che si poggia attorno al collo o anche sulle spalle. Hanno questo nome perché sono muniti di alcune maniche in cui inserire le proprie braccia, dando una maggiore stabilità al cuscino. È molto importante infatti che il massaggiatore che si impiega sia capace di gestire l’intensità del massaggio e che si possa aumentare la pressione esercitata dal modello di massaggiatore che si utilizza.

Infine, sul mercato oggi ci sono anche i massaggiatori con manico. Questi si trovano integrati tra le tipologie meno complicate di massaggiatori per cervicale. Sono composti da un manico con una lunghezza variabile e da una superficie massaggiante. Questa infatti è posta su una delle estremità del manico e sono adatti al trattamento terapeutico di varie zone del proprio corpo. Speso, però, hanno una superficie massaggiante più ristretta rispetto a quella di altri modelli, e garantiscono un risultato in media meno soddisfacente rispetto alle altre tipologie di massaggiatori in vendita.

Programmi dei massaggiatori cervicali

Uno degli aspetti senza dubbio più interessanti da valutare in un buon modello di massaggiatore in vendita riguarda i programmi di cui il massaggiatore è dotato. Questi infatti vanno poi a influenzare direttamente la tipologia di trattamenti che questi apparecchi consentono. Di solito, i trattamenti hanno a che vedere con il tipo di movimento che viene svolto dalle testine. Tali movimenti possono essere ricondotti infatti ad alcune tipologie di massaggiatori, elencati qui di seguito.

Ad esempio, è il caso dei massaggiatori shiatsu, che hanno un numero variabile di testine che va dalle quattro alle otto, solo per certi modelli. Queste testine sono capaci di ruotare in più direzioni differenti anche su una superficie abbastanza estesa. In tal modo si può simulare la pressione tipica del massaggio manuale condotto da un vero fisioterapista. Di solito, questi massaggiatori producono un trattamento abbastanza intenso. Anche nel caso deli massaggiatori rotanti ci sono dei programmi di uso molto interessanti, come bel caso del movimento rotatorio delle sue testine.

Il movimento a rotazione delle testine di alcuni modelli di massaggiatori permettono di sciogliere con facilità i noduli dei muscoli tesi. In tal modo, i muscoli si rilassano e permettono quindi dei massaggi più leggeri rispetto ad esempio a quelli shiatsu. Alcuni particolari strumenti consentono invece di eseguire de massaggi con un’oscillazione molto veloce delle testine.

Alcuni tipi particolari di massaggiatori, come ad esempio quelli a elettrostimolazione, agiscono invece sulle zone da trattare tramite l’elettrostimolazione, vale a dire attraverso un impulso elettrico a bassa frequenza. Questo infatti viene rilasciato proprio dall’attivazione delle testine, che fungono in questo caso da elettrodi. Solitamente queste testine agiscono sui muscoli contratti, per cui in certi casi questo tipo di trattamento risulta meno intenso.

Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro.

Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole, ma senza dimenticare il motivo per cui ho iniziato a scrivere: non solo amore ma autentica necessità. Scrivo di apparecchi medici e benessere

Back to top
menu
massaggiatoricervicali.it