Tutti i benefici dei programmi dei massaggiatori cervicali: approfondimento

Al termine della propria giornata di lavoro, dopo essere stato diverse ore in piedi o seduto davanti ad una scrivania, viene proprio voglia di un bel massaggio rilassante. Ancora meglio se decontratturante. Se non si soffre di particolari patologie particolari che richiedono l’intervento di un medico specialista, può essere di buon ausilio l’utilizzo di un massaggiatore elettrico. Oggi in commercio ci sono diversi modelli di questi apparecchi per la cervicale da usare su schiena, gambe, spalle e piedi. Non sono da dimenticare poi quelli per la fascia lombare.

I dolori al collo e alle spalle sono infatti molto frequenti, per cui può essere molto comodo disporre di un massaggiatore elettrico per cervicale e per il collo. Sul mercato oggi si trovano in vendita vari modelli di massaggiatori, tra cui quello ad effetto shiatsu, per la vibrazione, ma anche quelli con movimento rotante e che sfruttano i benefici del calore. Questi strumenti si possono usare come più si desidera e per le zone del corpo in cui si ha più bisogno.

Spesso un buon modello di massaggiatore cervicale di buona qualità è dotato di una protezione anti-surriscaldamento e di una funzione di spegnimento automatico. Il cuscino per massaggiatori rilassa invece solo la parte della cervicale e si accende premendo un semplice bottone. Allora, andiamo a conoscere meglio questi strumenti

.

Quali requisiti deve rispettare un buon massaggiatore cervicale?

Si è già detto che attualmente sul mercato sono presenti diversi modelli di massaggiatori cervicali che si distinguono tra loro per caratteristiche, funzionalità, opzioni di utilizzo e benefici che sono capaci di offrire. Per tale motivo e per riuscire ad orientarsi nel migliore dei modi per trovare con facilità il prodotto più adatto alle proprie specifiche esigenze, è importante considerare alcuni importanti aspetti. Questa regola vale soprattutto durante il processo di ricerca di un massaggiatore cervicale di buona qualità.

Il primo importante fattore da valutare e da prendere in considerazione è quello delle testine massaggianti. Queste sono quei piccoli elementi che con il loro movimento continuo e variegato compiono il vero e proprio massaggio benefico. È molto importante quindi valutarne la grandezza e la loro quantità, dato che di solito vanno da un minimo di una testina ad un massimo di otto testine. Il loro numero varia spesso in base al tipo di fastidio che si avverte e alla vastità della zona da trattare.

Programmi e intensità

Subito dopo aver preso in esame la qualità e la quantità delle testine massaggianti, occorre valutare anche quanti e quali tipi di programmi sono compresi nel massaggiatore cervicale. In questo modo, si possono avere a disposizione vari tipi di massaggi sulla base dei tipi di fastidi di cui si soffre. Spesso il loro uso può essere destinato anche ad n semplice momento di rilassamento generale. Alcuni modelli, inoltre, prevedono la possibilità di impostare un programma shiatsu che emula la pressione delle dita, facendo ruotare le testine in alcune direzioni diverse.

Da non dimenticare poi il programma di vibrazione, che è destinato a chi desidera ricevere un certo sollievo immediato grazie alla vibrazione delle sue testine. Altre tipologie più all’avanguardia prevedono invece che l’elettrostimolazione venga attivata da alcuni elettrodi a bassa frequenza, permettendo di rilassare i muscoli molto tesi.

I modelli di massaggiatori cervicali di ultima generazione oggi consentono anche di regolare l’intensità del massaggio e di regolare un timer per la durata del massaggio. Altri modelli ancora invece dispongono di una funzione a infrarossi per riuscire a rilassare i muscoli attraverso l’esecuzione del massaggio e la produzione di un calore leggero e rilassante.

Quali benefici apportano i programmi dei massaggiatori cervicali?

Il beneficio dei programmi di un massaggiatore decontratturante alla cervicale è duplice. Ovvero, in termini terapeutici, permette di sciogliere tutte le contratture e di rilassare le vertebre, mentre dal punto di vista emotivo aiuta ad allentare le tensioni e le varie rigidità che sono determinate dallo stress. In tal modo, tutto il tuo corpo potrà godere di una piacevole sensazione di benessere. Un massaggio adeguato alla cervicale e alle spalle prevede una certa sequenza di manipolazioni che consentono di rilassare tutti i muscoli e i nervi tesi.

Si tratta di un’operazione che agisce direttamente sulle fibre del tessuto connettivo dei propri muscoli, e di questo ne beneficia soprattutto la circolazione sanguigna e linfatica. I modi di esecuzione del trattamento a mani libere si basano spesso sull’abilità manuale che permette di rendere efficace la pressione esercitata con le mani sulla zona del corpo infiammata.

In questo modo viene allentata la tensione e vengono sciolte tutte le contratture. Alcuni programmi sono invece adatti per eliminare le tossine e i liquidi in eccesso, intervenendo sul sul tessuto cutaneo. Inoltre, viene anche migliorato l’apporto di ossigeno.

In base al tipo di programma che si sceglie, i benefici di uso del massaggiatore cervicale possono essere molteplici. Alcuni programmi sono specifici per alleviare le contratture nella zona del collo, altri nella zona lombare. Alcuni tipi di massaggiatori hanno delle testine che eseguono un movimento rotatorio, mentre altri eseguono dei movimenti rapidi e leggeri.

Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro.

Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole, ma senza dimenticare il motivo per cui ho iniziato a scrivere: non solo amore ma autentica necessità. Scrivo di apparecchi medici e benessere

Back to top
menu
massaggiatoricervicali.it